Sindaca Raggi…. arrivano buone notizie,il caso è stato archiviato!

Si è scomodato persino l’Anac ( hai tempi di mafia capitale, cosa faceva? ) sui costi sel famosissimo Spelacchio,mentre a Milano si consumava l’ennesimo scandalo di Expo con un danno erariale molto ma molto più alto.Ebbene è arrivata anche questa risposta.E tutti i disonesti dovrebbero prendere esempio di come si lavora meglio con la coscienza pulita,per il bene comune e non proprio.L’assessora alla sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari informa:

“È stato archiviato dalla Corte dei Conti l’ esposto dell’associazione di consumatori Codacons sull’albero di Natale allestito da Roma Capitale in Piazza Venezia. Il massimo organo di controllo della spesa della Pubblica Amministrazione, dopo aver acquisito dal Dipartimento di Tutela Ambientale tutti gli atti e una relazione dettagliata sulle procedure, non ha rilevato alcuna irregolarità”.

“Voglio esprimere soddisfazione per questa notizia che ribadisce, ancora una volta, la correttezza di questa Amministrazione nella gestione dei soldi dei cittadini e voglio ringraziare la dirigente Rosalba Matassa, insieme a tutto il personale del Servizio Giardini, per il grande lavoro che hanno svolto e che stanno svolgendo”.

“Nel 2017 sono state espletate 28 gare pubbliche nel settore del verde di cui 16 per forniture e 12 per servizi. Tutto nella massima trasparenza e correttezza. Si tratta di un cambio di rotta che i cittadini della Capitale si aspettavano dopo le gravi vicende giudiziarie che hanno coinvolto la manutenzione del verde di Roma nel recente passato”.

“Il nostro Spelacchio, diventato idolo di grandi e piccini, anche a causa di una campagna denigratoria senza precedenti, esce a testa alta anche da questa vicenda. Presto tornerà a Roma, come promesso, trasformato in una casetta di legno dedicata alle mamme e a i loro bambini.Andiamo avanti avendo come obiettivo il solo bene di Roma.”

Quest’uomo ha rovinato l’italia insieme a chi ha governato con lui in questi anni,leggete come hanno venduto il nostro Paese e a chi

Guai in vista per Matteo Renzi