“Addio” ex ministro Lorenzin

La notizia bomba è stata resa nota direttamente dal ministro.Fa molto discutere le opposizioni e il quarto potere dei giornalisti,non avevamo dubbi, la decisione presa dal ministro.  “È tempo di dare spazio al nuovo!Il Consiglio superiore di sanità è organo di consulenza tecnico-scientifica del ministro della Salute e, dunque, ho deciso di dare un segnale di discontinuità rispetto al passato rinnovando la composizione dei 30 membri di nomina fiduciaria.”

“Siamo il #governodelcambiamento e, come ho già fatto per le nomine di mia competenza nei vari organi e comitati del Ministero, ho scelto di aprire le porte ad altre personalità meritevoli.Sono sicura che alcuni componenti del Css possano essere nuovamente nominati, di certo non i vertici, che devono avere la fiducia e la piena sintonia con il ministro in carica.”

“La decisione di revoca degli organismi collegiali, e dunque del Css, andava presa entro il 5 dicembre, ossia a sei mesi dalla fiducia del mio Governo al Parlamento (5-6 giugno 2018).Ringrazio tutti i componenti uscenti del Css, di cui mi preme sottolineare l’indiscutibile valore tecnico-scientifico, ma è tempo di dare spazio al nuovo.” Giulia Grillo

Il Ministro Giulia Grillo ha revocato la nomina dei 30 componenti non di diritto del Consiglio superiore di sanità, l’organo tecnico-consultivo del ministero della Salute. La decisione è stata resa nota con un decreto di revoca e condivisa con i componenti tramite mail. I rappresentanti delle istituzioni – ministero, Agenzia del farmaco e Istituto superiore di sanità – sono membri di diritto e sono rimasti al loro posto.

Gli attuali membri non di diritto erano stati nominati dall’allora ministra Beatrice Lorenzin con decreto del primo dicembre 2017 e si erano insediati il 20 dicembre dello stesso anno. Il mandato sarebbe dovuto durare tre anni, ma fino al 5 dicembre la ministra Grillo aveva la facoltà di revocare quella decisione. FONTE 

Blitz dei Carabinieri, due arresti

Clamoroso! “Non parlate con le Iene”