“Caro Di Maio sr, un piccolo imprenditore ti scrive”

Commento scritto da un piccolo imprenditore sotto al video del signor Antonio Di Maio, lo vogliamo condividere perchè riassume un po il pensiero della “gente per bene” sulla vicenda.”Buongiorno mastro Antonio, mi permetti il tu? siamo più o meno della stessa età, siamo conterranei e abbiamo fatto lo stesso lavoro. Non è di tuo figlio Luigi che ti voglio parlare, ma di te.Il mondo è quello che è, l’Italia è quello che è, Napoli e la sua provincia sono quelle che sono,c’è poco da fare. Quante notti insonni vero? da una parte lavori non pagati e dall’altra fornitori da pagare, per prendere altro materiale e fare altri lavori.”

“Quando sei piccolo e solo ogni decisione è una nottata persa, un momento con la famiglia non goduto. Abbiamo fatto gli imprenditori io e te per modo di dire, i guadagni erano poco più di un buon mastro e il lavoro da fare tanto.Ci siamo ingegnati per far bene le cose e sopravvivere con dignità, ma le cose per bene non le puoi fare se sei l’unico a farle, alla fine chiudi, sei troppo costoso.Allora pensi a casa, le bocche che hai da sfamare, i debiti che hai da pagare, ti turi il naso e vai avanti.”

“Questa è Napoli, bella e maledetta, se avessimo fatto lo stesso lavoro al nord, avremmo guadagnato almeno il doppio.Mastro Antò a te tutto questo clamore la gente non ha capito che non ti fa piacere, ma tanta pubblicità e immagini a me sono servite a capire chi sei.”

“Uno che si conserva una vecchia carriola, un frigorifero che non ha il coraggio di buttare, un mezza baracca per conservare i pochi arnesi, nessuna mercedes, nessuna ferrari. Fattelo dire fratello mio come delinquente sei proprio una schifezza.”

“No mastro Antò, tu sei quello che si è conservato un centesimo alla volta per pochi metri quadri di terra e na casa modesta.Mi posso immaginare come ti sei sentito sai, la pena nel cuore con la paura di aver rovinato la carriera a tuo figlio.Non da retta mastro Antò, in tutto questo burdello, il vero eroe sei tu!” di Pierpaolo Di Gennaro  (dal web grazie a Marina A. R.)

Parla l’avvocato, questa volta le accuse sono molto pesanti

Il Ministro della difesa Elisabetta Trenta ,riapre il dossier. E adesso ne vedremo delle belle!