Clamorosa rottura nel centrodestra

Clamorosa rottura nella coalizione di centrodestra. Notizia passata in sordina come se fosse cosa di poco conto. E’ accaduto subito dopo la consegna delle liste.  Si è appreso direttamente dall’esponente del Movimento 5 Stelle che l’Udc (una delle 6 liste della coalizione del centrodestra per le regionali d’Abruzzo) ha deciso di candidare l’ex consigliere regionale Mario Olivieri, eletto cinque anni fa col centrosinistra, e Marianna Scoccia, già assessore provinciale, sindaco di Prezza e moglie di Andrea Gerosolimo, ex assessore della Giunta D’Alfonso (Pd) ,per questo la lista è stata fatta fuori.

Così Sara Marcozzi, candidato presidente dei Cinque Stelle. “La notizia che al candidato presidente del centro destra non sia stato neanche comunicato il contenuto delle liste, tanto da costringerlo ad una imbarazzante e squalificante presa di posizione pubblica appena dopo il deposito, la dice lunga sull’autorevolezza e sul rispetto che il “console” romano è in grado di esercitare sui suoi” dichiara la Marcozzi. Come pretende di governare la nostra regione per 5 anni se non è in grado neanche di controllare chi si candida in coalizione con lui?”  “Una sceneggiata in casa centro destra, casa in cui la Lega di Salvini ha scelto di coabitare, che sembra mettere a nudo tutto il marciume e i giochi di potere di una politica vecchia ed incancrenita di cui questa regione deve liberarsi il più presto possibile”.

“È vergognoso che i cittadini siano costretti ad assistere a queste svilenti pantomime e, tanto i responsabili tanto chi ha permesso che tutto questo accadesse, dovrebbero chiedere scusa agli abruzzesi poiché è proprio per questi indegni atteggiamenti che le persone oggi non credono più nella politica. E come dargli torto davanti a simili azioni? Il M5S si è sempre posto l’obiettivo di restituire alle comunità la fiducia nelle Istituzioni. Stiamo lottando anche per questo. L’unica alternativa credibile è un governo del M5S .”

Il Movimento 5 Stelle” conclude Marcozzi “al governo della Regione avrà un solo obiettivo: pensare al bene dei cittadini d’Abruzzo. Lo abbiamo già fatto negli ultimi quattro anni e mezzo all’opposizione e siamo pronti a farlo con ancora più forza al Governo della Regione. Adesso è il momento che gli abruzzesi si riprendano quel futuro che è stato loro tolto”.

Il 10 Febbraio gli abruzzesi saranno chiamati a scegliere tra Marco Marsilio, senatore di Fratelli d’Italia ,non abruzzese ma romano, che guida la coalizione di centrodestra compresa anche la Lega (la Lega dimostra di essere legata ancora alla vecchia politica), sostenuto da 5 liste; Giovanni Legnini,per il centrosinistra, sostenuto da 8 liste; Sara Marcozzi, consigliera regionale uscente del Movimento cinque stelle ,SOSTENUTA DA UNA LISTA e Stefano Flajani, di Alba Adriatica per CasaPound, anche quest’ultimo con una lista. Possiamo cambiare l’Abruzzo con Sara Marcozzi Presidente! Per chi volesse aiutare Sara Marcozzi per la sua campagna elettorale può donare qui .Grazie.

E’ la fine cara Camusso !

Conte zittisce un’altra volta tutti quanti !