Il governo Conte rassicura gli italiani “non lo toglieremo”

Il giorno dopo il vertice di maggioranza in vista della legge di Bilancio, i vicepremier e ministri Matteo Salvini e Luigi Di Maio smentiscono le indiscrezioni di stampa (il Corriere titola “Via gli 80 euro per la flat tax”, la Repubblica “Via gli 80 euro per gli sgravi fiscali”) sull’abolizione del bonus Renzi per recuperare quasi 10 miliardi di euro da utilizzare come coperture per gli altri capitoli della manovra.“Il governo non pensa di togliere gli 80 euro e non vuole aumentare l’Iva“.

Ieri era stato il ministro dell’Economia Giovanni Tria, intervistato dal Sole 24 Ore, il primo a parlare della necessità di una revisione dell’intero sistema di detrazioni e benefici fiscali compreso il bonus Irpef perchè “crea complicazioni infinite”.Tutto il sistema va rivisto, aveva spiegato, anche se “con la garanzia che nessuno perda nel passaggio dal vecchio al nuovo”.

Posizione che giovedì alcuni quotidiani hanno presentato dando per assodata la decisione di abolire gli 80 euro per finanziare altre misure a partire dall’ampliamento del regime fiscale forfettario con l’aliquota al 15% già in vigore per le partite Iva.

Giovedì il vice ministro all’Economia Massimo Garavaglia ha spiegato a Radio 1 Rai che “è molto meglio avere una riduzione strutturale delle tasse piuttosto che un bonus che resta sempre appeso” aggiungendo però: “Non si tolgono gli 80 euro, vengono messi come riduzione fiscale anziché come esborso”.

In tarda mattinata è intervenuto anche il leader M5s: “Non so chi se la sia inventata questa cosa, così come dell’aumento dell’Iva. Questo governo è compatto nella volontà di non mettere le mani nelle tasche degli italiani”. FONTE

Scintille ! Il ministro Toninelli zittisce Tajani

Le minacce di Renzi,fanno tremare il governo