Lettera al Financial Times

di Manlio Di Stefano……..Lettera al CEO John Ridding e agli editori del Financial Times…….Eminenze,oggi ho avuto modo di leggere il vostro articolo dal titolo “Roma apre le porte ai moderni barbari” e, con tutto il rispetto dovuto ad un giornale storico come il vostro, devo essere molto sincero, credo che abbiate bisogno di comprendere meglio quanto sta avvenendo in Italia e, magari, conoscere un po più da vicino il MoVimento 5 Stelle.

Gli ultimi 30 anni in Italia sono stati caratterizzati da una costante commistione tra politica, mafia e affari occulti che hanno letteralmente spolpato fino all’osso il nostro Paese segnando ogni record negativo della nostra storia.
L’Italia oggi soffre circa 6 milioni di persone sotto la soglia di povertà assoluta e circa 100.000 giovani ogni anno vanno a cercare fortuna altrove, spesso proprio nel vostro Paese

Tutto questo è frutto di barbari, vecchi barbari di cui mai ho letto tante cose negative sui vostri editoriali come sto leggendo invece in questi giorni su di noi.
Il MoVimento 5 Stelle è nato nel 2009 con un fine ben preciso, riportare la volontà popolare al centro del dibattito politico e delle decisioni del governo centrale.
In soli 9 anni siamo cresciuti così tanto da poter toccare oggi con mano il raggiungimento di questo obiettivo grazie ad oltre 11 milioni di persone che hanno avuto fiducia in noi alle ultime elezioni.
Ci siamo riusciti lavorando a testa bassa, studiando, lottando sempre e comunque in difesa degli italiani.

Ci siamo riusciti con il gruppo parlamentare più giovane, più istruito e più bilanciato in termini di genere che la storia d’Italia abbia mai visto.
Gli italiani che hanno creduto in noi l’hanno sempre fatto su queste basi e sulla consapevolezza che ogni cosa che abbiamo promesso a voce o scritto in un programma, è diventata realtà alla prima occasione che abbiamo avuto per realizzarla.
Nel vostro articolo parlate di un contratto di governo difficile da realizzare ed economicamente insostenibile, peccato che non l’abbiate ancora letto questo contratto e questo offende la professione del giornalismo.

Su una cosa avete ragione, il contratto che stiamo scrivendo è impegnativo e non sarà facile rimediare ai danni fatti da 30 anni di barbari politici al governo. Noi però ce la stiamo mettendo tutta per dare agli italiani la speranza che hanno perso e un futuro migliore.
Se vorrete comprendere meglio come realizzeremo anche questo obiettivo, non perdete tempo rilanciando notizie false create ad-hoc dalla stampa italiana, veniteci a conoscere e riportate il vero.
Buon lavoro. Fonte:www.ilblogdellestelle.it

Clamorose rivelazioni su Matteo Renzi

Ultim’ora ! Dichiarazioni di M5S e Lega