Vi racconto un Presidente del Consiglio che non avete mai visto

Da Claudio Matte Mancini….. 11 giugno 2018, è stato il giorno della visita alla zona del cratere sismico del Premier Giuseppe Conte, appena tornato dal G7 in Canada. Una persona molto cordiale, sensibile ed educata, che ha voluto dare alla visita un taglio non politico né troppo formale.Quando è arrivato si è tolto la giacca e rimboccato le maniche, il caldo lo suggeriva e tutto sommato ci ha tolto dall’impaccio del cerimoniale, ma forse era anche un messaggio davanti a tutte quelle macerie che testimoniavano la tragedia e che lo avevano reso visibilmente commosso: mettiamoci al lavoro !

Noi Attivisti 5 stelle dei Grilli parlanti  di Rieti eravamo lì con Gabriele Lorenzoni Deputato 5 Stelle, ed insieme a lui ci siamo attivati per sollecitare ,persone ed associazioni, ad esternare a Conte le problematiche irrisolte e le carenze della “ricostruzione”, facendo superare loro l’imbarazzo del contatto con il Presidente del Consiglio.Qualcuno potrebbe pensare che eravamo in qualche elenco particolare per esser lì… no, eravamo presenti come cittadini qualsiasi, perché Giuseppe Conte ha voluto incontrare i residenti con un protocollo diverso dai soliti, sentire dalla loro voce quali fossero i problemi veri, quelli che molta opinione pubblica non conosce;tutti potevano partecipare come semplici cittadini, senza necessità di avvalersi delle prerogative di un ruolo istituzionale.

Peccato aver dovuto constatare la totale assenza dei Deputati delle altre forze politiche , sono cose che fanno male, specialmente ai nostri sfortunati conterranei.Dopo aver incontrato autorità e residenti ad Amatrice si è fermato ad Accumoli alle 15,30, per un attimo di pausa tra una corsa e l’altra, ma non si è appartato per avere il suo momento di Privacy, assolutamente no, è stato in mezzo a noi continuando ad ascoltare tutti, senza bisogno di “cordoni di sicurezza” o tavoli da conferenza stampa, esattamente così come lo vedete in foto, senza timore di essere fotografato mentre fa la cosa più naturale del mondo: mangiare.

E c’è da dire che i prodotti offerti con il buffet, rigorosamente “locali”, (tutti della zona terremotata, Lazio, Marche e Umbria ad eccezione di qualche bevanda), erano veramente eccellenti; un buffet che testimoniava in maniera naturale una delle tante risorse di questi territori, risorse di cui non dobbiamo permettere una sciagurata archiviazione!La sua scorta era a debita distanza anzi, se non lo sapevi neanche ci facevi caso, ed è stato lui che è venuto a sedersi vicino a noi e non il contrario. Quando è andato via ha anticipato tutti porgendo la mano con una stretta da persona per bene, lo percepivi come “uno di noi”: questa è stata la mia sensazione.

Ha sfruttato ogni istante per ascoltare le persone, e poi via verso Arquata del Tronto e le altre principali zone della tragedia del 2016, e la sera a Roma per la riunione urgente con i Ministri.Sarà stata la solita visita di circostanza o ci sarà veramente un cambiamento di rotta? L’impressione è positiva, il tempo è galantuomo e noi, che imprechiamo da decine di anni, saremo così pazienti da aspettare il giusto tempo per vedere il cambiamento? Penso di sì.Grazie Presidente, siamo certi che almeno TU, non li lascerai soli !…..Alessio Emanuele Federico, Ugoo Perotti,Roberto Casanica,Gabriele Lorenzoni, Massimo Tocchio,Sonia Santarelli , Jolanda Coletti Roberto Mancini, Costantino Poggi, Sandro D’Artibale.

Lettera di “uno sbirro” a Gino Strada

Dove è arrivato il Movimento 5 Stelle!!! Soddisfazioni!!!Ecco tutto quello che abbiamo ottenuto !